Il gonfiore degli arti inferiori, in particolare avere gambe e piedi gonfi, è un fenomeno normale, soprattutto se si passano molte ore della giornata in piedi, affaticando così gli arti e rendendo difficile il ricircolo dei liquidi. Tale gonfiore, si accumula in particolare nella zona delle caviglie, che possono diventare gonfie, doloranti al tatto e non, e possono a lungo andare essere un fastidioso intoppo nella quotidianità. Vediamo quindi quali possono essere le cause e soprattutto i rimedi a questo fenomeno.

Piedi gonfi: quali sono le cause?

Le cause del linfedema, ossia dell’accumulo di liquidi nella zona delle gambe, che le rende insieme ai piedi gonfi, possono essere svariate. Alcune possono essere legate alla presenza di una patologia, pertanto lasceremo questa casistica nelle mani di un medico e non approfondiremo qui il tema. Ci limitiamo a parlare di quel gonfiore che si viene a creare a causa di uno stile di vita poco corretto o a problematiche quotidiane.

Una delle principali cause è sicuramente il numero di ore passate in piedi, durante le quali vi è un sovraccarico degli arti inferiori, il sangue fatica a ritornare al cuore ed i liquidi tendono a soffermarsi. Anche il caldo estivo è un nemico per chi soffre di piedi gonfi. Il caldo funziona da vasodilatatore e non aiuta di certo la nostra causa.

Anche gli ormoni giocano un ruolo fondamentale. Avete mai notato gonfiore nella settimana precedente le mestruazioni? Ecco, anche gli alti livelli ormonali hanno proprietà vasodilatatorie e favoriscono la ritenzione idrica. Cosa che poi avviene anche nelle donne in gravidanza.

Quali rimedi per gambe e piedi gonfi?

Tra i rimedi naturali che possono dare un po’ di sollievo alle vostre caviglie, al primo posto vi è sicuramente l’acqua! Bere molto aiuterà la ritenzione idrica e l’eliminazione di tossine, ma anche effettuare pediluvi e bagnare le zone gonfie darà sollievo e stimolerà la circolazione. A questo aggiungete anche delle passeggiate, evitando le ore più calde.

L’eliminazione della ritenzione idrica può essere favorita tramite dei massaggi, in particolare di tipo linfodrenante. Anche l’automassaggio con semplice olio di mandorle dolci aiuta, con movimenti circolari dalle caviglie in su. E’ possibile anche applicare delle creme rinfrescanti per i piedi, che danno un po’ di sollievo.

Infine, curate l’alimentazione! Evitate cibi molto salati, che favoriscono il ristagno di liquidi, ed aiutatevi con delle tisane drenanti.

 

 

 

(0)